Rendi Ancis la tua home page

La MAIL di Ancis

ANCIS

STATUTO ANCIS
CARICHE SOCIALI
ISTITUZIONALE
SEDE
BACHECA
RICORDI
LEGGE PROFUGHI

SOCI ANCIS

CHI SIAMO
ANCIS LA NOSTRA PAGINA
ITALOSOMALI, CHI SONO?
CHI NON C'E PIU'.
UNO DI NOI, FAMOSO ..
COSA SIGNIFICA ESSERE ITALOSOMALI?
IL PIACERE DELL'AGIRE..... 
PIPPO IN BICI,E' IN KENYA.... 

NOTIZIE X ANCIS

CONTRIBUTI NON FIGURANTI.
INTERVISTA PRESIDENTE ANCIS.

 

INCHIESTE E DOSSIER
COMUNITA'  SOMALA NEL REGNO.
GUIDA AI DISTRUTTORI SOMALIA.
GUIDA DEI WARLORDS SOMALI.
IMPLOSIONE SISTEMA SOMALO
SOMALILAND - miracolo a .....
ETIOPIA E LA SUA INFLUENZA.
UN ATTIMO... RIFLESSIONE
SOMALIA AL BIVIO TRA PACE ...
AVVENIMENTI INCONTRI
44° ANNIVERSARIO INDIPENDENZA
FORUM ANCIS DECLINA L'INVITO.
NOTIZIE ITALIA/SOMALIA
ITALIA
SOMALIA

NEWS ENGLISH

NEWS IN ENGLISH

                                               STRETTAMENTE PUBBLICO

Guida e biografia dei gruppi che si contendono la Somalia

 

 

 

 

 

 

 

 

Abdullahi Yusuf Ahmed

      

Abdulkadir Abdi Hassan Bebe

Controlla con le sue milizie la zona del vecchio porto di Mogadiscio, il quartiere denominato Hamar Jab Jab ed ovviamente stende il suo controllo anche sul porto dove non vi è più traffico marittimo.

Ahmed Omar Jess 
Uno dei principali warlords che gestiscono la strategica e commerciale città portuale di Chisimaio punto principale e sede di esportazione delle banane somale. Ex alleato di Mohamed Farah Aidid, durante Restore Hope, è un Ogaden che durante la dittatura di Siad Barre, essendo ufficiale somalo e del clan Ogaden, combatteva in Etiopia sotto mentite spoglie patriotiche del Fronte di liberazione dell'Ogaden. Insieme a Morgan e uno dei più feroci warlords. A suo vantaggio, a differenza di Morgan, c'è la capacità tattica militare. Non ci sono immagini di questo personaggio che compare poco nel mediatico mondo dei warlords somali. E' tanto schivo per quanto è determinato.
 

Ahmed Warsame
In un congresso tenuto a fine Luglio 2001, il gen. Ahmed Warsame, del clan Darod/Marihan, si è alleato con i Murursade e gli Aiyr in una fazione chiamata JVA, Juba Valley Alliance con il chiaro intento di prendere possesso della ricca zona agricola di Jamama e Khorioley. Ahmed comunque è alleato anche di Morgan e opera nel Basso Scebelle
(torna su)

 

Barre Aden Shire Hirale

Barre Aden Shire Hirale
E' un altro emergente al pari di Ahmed Warsame di cui è fedele alleato, servitore. Dello stesso clan dei Marihan. Opera prevalentemente nel Basso Giuba, tant'è vero è diventato il leader del JVA (Juba Valley Alliance), un gruppo che più volte si è scontrato con le milizie di Morgan.


 

 

Mohamed Omar  Habeb

Mohamed Omar Habeb
Figura nuova del variegato panorama dei warlord somali. Sta cercando d'insediarsi in maniera prepotente nella regione del Basso Shebele a Jowhar (ex Villaggio Duca degli Abruzzi) è conosciuto anche come "Mohamed Dhere". E' diventato "relativamente famoso" con la proibizione del velo nel suo "governatorato" e per l'episodio di bandire un giornalista scomodo che per sua fortuna se la è cavato con un semplice pestaggio. E' un luogotenente di Musa Sudi Yalahow

 

Abdullahi Yusuf Ahmed 
Jama Ali Jama era stato eletto presidente di Puntland, Abdullahi Yusuf Ahmed ex colonello dell'esercito somalo si rifiuta a tale ricambio e si e barricato nella città Galcayo, nel centro della Somalia, regione del Mudug. Dalla destituzione di Abdullahi vi è un ulteriore tensione nel conflitto tribale somalo fra i sostenitori dei due rivali, che ha portato a numerosi scontri fra i sostenitori dei due per il controllo della regione. Abdullahi è noto per la sua intrasigenza verso gli integralisti muslumani ed è un abile utilizzatore di mass media, parla perfettamente la lingua italiana.
 

Hussein Mohamed F. Aidid

Hussein Mohamed Farah Aidid
La sua base ufficiale è Mogadiscio, Hussein Aidid conduce l'Alleanza Nazionale Somala alleata con USC, la formazione di cui suo padre era il leader insieme a Ali Mahdi.
Cittadino americano, è un ex fante di marina degli Stati Uniti, è figlio del defunto Generale Mohamed Farah Aidid - l'uomo che ha contribuito a rimuovere il dittatore Siad Barre e di seguito ha combattuto le forze degli Stati Uniti a Mogadiscio nel 1993, in quella data Hussein prestava servizio in Restore Hope come tradutore . Da allora non ha più lasciato la Somalia e alla morte del padre nel 1996, l'ha sostituito alla guida della fazione: è del clan Hawiye, Habr Gedir, Saad, ultimamente sta perdendo alcuni pezzi della coalizione dei Habr Gedir.
(clicca qui per tornare su) 

 

Muse Sudi Yalahow

    Muse Sudi Yalahow & Hassan Abshir

Muse Sudi, ora Haji dopo un suo pellegrinaggio alla Mecca, è di Mogadiscio, supportato dall'Etiopia egregiamente e di cui gode la protezione e il rifornimento delle armi, Leader del SSA Alleanza della Salvezza Somala alleata dell'USC. Era una volta fedele servitore ed alleato di Ali Mahdi Mohamed, essendo dello stesso clan Hawiye/Abgal, primo presidente ad interim della Somalia dopo la rivolta contro Siad Barre. I suoi miliziani sono stati coinvolti ripetutamente a Mogadiscio Sud e Nord in diversi e sanguinosi scontri tra cui uno al campo di Medicen Sans Frontiers. Gestisce la zona Sud Ovest di Medina e del quartiere Karan, opera anche nello shabele centrale, è molto ambizioso e ha capacità aggregative notevoli. Da tenere d'occhio. 
(clicca qui per tornare su) 

       

Mohammed Said Hirsi "Morgan" 

Morgan

Mohammed Said Hirsi

Il Gen.Morgan, detto anche il macellaio di Hargeysa, ha la sua base operativa a Kisimayo, nel Basso Giuba, sud della Somalia. E' alleato con molti warlords che operano nel Sud e anche leader del SPM, Movimento Patriotico Somalo.
Ex comandante dei famigerati "beretti rossi", genero di Siad Barre, un classico warlord, gode della fama di essere molto crudele, gli vengono attribuite più di 25.000 vittime nel suo non invidiabile curriculum. E' noto come il "macellaio di Hargeysa", appunto per le sue gesta di sterminatore avvenute nella citta di Hargeysa durante il regime di Siad Barre, citta capoluogo situata a Nord nell'autoproclamata Repubblica del Somaliland. Unico caso al mondo in cui i militari della aviazione somala decollavano dall'aeroporto locale con i loro Mig per bombardare la città medesima. Ha avuto l'unico pregio di sposare una figlia di Barre ed è notorio che come strategia militare è il meno dotato, tant'è vero che non risulta nessuna sua vittoria contro i rivali. Scarso per quanto crudele. E' un Migiurtino ed è aiutato dal regime Etiope.
(clicca qui per tornare su) 

 

Shatigudud

Hassan Mohamed Nur

Hassan Mohamed Nur "Shatigudud"
Laureato di legge, militare di carriera,che ha avuto formazione in Italia, Egitto, URSS, come tutti i suoi colleghi elencati in questa pagina, è di Baidoa, nella Regione del Bay, comandante dell' esercito di resistenza dei Rahanwein (RRA). Il Col.Shatigudud desidera l' intervento straniero per arrestare, secondo il suo parere, il flusso dei gruppi estremistici in Somalia. Aveva partecipato alla assemblea di Arta per poi cambiare idea e diventare il più forte avversario di Abdiqassim. Strada facendo si è alleato con SRRC e questo provocò una spaccatura nel movimento del RRA. Ha la protezione etiopica.
Ha combattuto contro Aidid per quattro anni (1995-1999)a Baidoa prima della sconfitta del suo rivale ora suo alleato nel SRRC. Ultimamente si è autoproclamata anche lui Presidente della Regione.
(click here to return)

 

Omar Mahamud Mohamed "Finish"            

Omar Mahamud Finish

Intelletuale, delfino di Musa Sudi Yalahow, fin quando non entrato in contrasto con il padrino in epiche battaglie a colpi di "tecnica" per avere il possesso del quartiere Medina a ridoss del vecchio Aeroporto di Mogadiscio. Morti a volontà fra i civili. Stesso clan degli Hawiyaa, Abgal.

Omar Haji Mohamed Masalle
Leader del (SNF) Fronte Nazionale Somalo è un Marihan, il clan di Siad Barre, e anche lui un generale tanto per rimanere in tema. Ora è diviso in fazioni pro e anti etiopi. La sua sede operativa è nella regione di Gedo e nel Sud della Somalia e nel Galgudud, è un supporter dell'autonomia delle regioni del sud-ovest.
Anche lui Generale, tanto per cambiare. E' l'unico del clan Darod/Marihan, che a differenza di tutti gli altri Marihan che imperversano nella Regione del Basso Shabeli, opera nella regione del Gedo.
 

Osman Hassan Ali Atto 
Ali Atto ha firmato il trattato di pace di Nakuru
per la creazione di un governo nazionale di unità nel dicembre 2001. Sta a Mogadiscio sud. Messo alla belina da Hollywood nel film Black Hawk Down, in quanto rappresentato da un grasso africano, con sigaro in bocca, quando in realtà il suo sopranome "Atto" in somalo significa "magro". Ricco uomo d'affari, ricchezza accumulata con gli appalti petroliferi in America e Somalia. Pare che abbia i contratti di geoispezione petrolifere firmata con le sette sorelle. Da una riappacificazione della Somalia sarebbe sicuramente l'unico che guadagnerà in milioni di dollari, Hawiye, Habar Gidir, Saad, stesso clan di Aidid di cui era una volta l'appoggio finanziario, prima della spaccatura che ha provocato aspri combattimenti fra gli ex amici e parenti. Ora guida una fazione dissidente del USC/SNA, controlla una piccolissima fetta di Mogadiscio.
 

Mohamed Qanyare Afrah

E' un Hawiye, clan dei Murursade che opera a Mogadiscio Ovest. Sta cominciando ad entrare nella lista delle hits. Ha aumentato i suoi sforzi miliziani dalla nomina di Abdulqassim, come presidente di Transizione. Opera nella area vicino a Mogadiscio e all'area famosa per l'esportazione delle banane: Merca, Qorioley. In ascesa.


Jamà Ali Jamà

Era il nuovo leader del Puntland,  aveva preso il posto di Abdullahi Yusuf Ahmed, gestisce in alterne situazioni dalla città di  Bosaso, dove abita dal 1998, Regione del Bàri,  L'amministrazione del Puntland non riconosce il GTN di Mogadiscio, anche lui di estrazione militare, ha combattutto nell'Ogaden. In fase discendente.

 

Ali Mahdi Mohamed

Membro del governo di transizione. Ali è un Abgal, e l'unico dei contendenti che non sia di estrazione militare, è un ricco commerciante con molte proprietà alberghiere a Mogadiscio, sposato con l'Avv. che era il Consigliere Legale personale di Siad Barre, ora residente con la prole in Egitto dove tra l'altro si sono intensificati i viaggi del marito. Curiosamente al Cairo viveva anche la moglie preferita di Siad Barre. E' stato il primo presidente (ad interim) del dopo Siad, serio avversario di Mohamed Farah Aidid nella disputa di Mogadiscio liberata congiuntamente, entrambi militavano nell' USC. Durante il loro contrasto la città di Mogadiscio ha avuto il più alto tasso di morte per scontri a fuoco e la città era divisa in due dalla Linea Verde. Parla molto bene la lingua italiana ed è stato più volte invitato insieme alla consorte dai governi italiani in questi ultimi anni. Attualmente è in fase calante anche nell'ambito del suo clan. Vi sono pretendenti più agguerriti.

 

Hussein Haji Boot

E' un Hawiye del clan Abgal, tendezialmente era ed è interessato ai suoi affari. Gia socio di Aidid, Atto e Ali Mahdi con cui è entrato più volte in contrasto. Opera prevalentemente ed esclusivamente a Mogadiscio.

 

Sheikh Aden Mohamed Nur (Madobe)

Degno rivale di Shatigadud nella RRA di Baidoa e dintorni, anche lui entra di diritto fra le new entry della guerra civile somala. Essendo più giovane e avendo un buon seguito fra i giovani ha una bella fetta di seguaci.

Madobe

GM
 
http://www.italosomali.org            © Ancis, 02/12/2004   scrivici a: postmaster@italosomali.org